Benvenuti nel sito Ceccarelli.it

 
    
Rigore e creatività nella strategia aziendale. Impegno e passione nel trasformarla in successo tangibile. Dal 1981
 
javascript
 

Il metodo di lavoro


Nell’esecuzione degli interventi:
  • Misuriamo i fenomeni: economici, finanziari, operativi, organizzativi.
  • Valutiamo le persone: le competenze, la motivazione, il potenziale, l’adeguatezza al ruolo.
  • Controlliamo le attività: nei tempi, nei modi e nei risultati.
  • Interveniamo tempestivamente: stimoliamo il management, valutiamo le criticità e intercettiamo le opportunità.
  • Affianchiamo le persone: per fornire metodo, energia, stimolo.
  • Favoriamo l’integrazione organizzativa: la specializzazione funzionale delle persone deve essere completata con la integrazione interfunzionale.


La relazione con i clienti ha inizio con un confronto con il capo azienda sul potenziale miglioramento di prestazioni ottenibile lavorando sui fondamentali dei business dell’impresa.



La relazione con l’azienda si rafforza progressivamente lungo tre fasi:
  1. La fase di proposta
    In questa fase la consulenza condivide con il capo azienda la prima valutazione del miglioramento operativo.
    L’analisi si svolge prevalentemente fuori dall’azienda in base ai dati dei bilanci depositati e alle informazioni dell’osservatorio di Ceccarelli Spa. Nel corso di una presentazione al capo azienda, la consulenza raccoglie informazioni specifiche sui business e indirizza la successiva attività di completamento informazioni e dati (sia esternamente all’azienda, sia internamente tramite interviste mirate).
    L’incontro di esperienze tra azienda e consulenza consente a Ceccarelli Spa di elaborare una proposta d’intervento entro un limitato lasso di tempo (in genere meno di due settimane) e di controllarne l’adeguatezza con il capo azienda.
    Questa fase si conclude con la negoziazione per il conferimento di un incarico professionale.

  2. La fase di decisione
    L’incarico è organizzato in obiettivi chiari, condivisi con il capo azienda e prevede:

    La diagnosi dell’azienda determina la natura degli interventi necessari che possono essere di ristrutturazione, miglioramenti operativi, miglioramenti strategici o sviluppo.

    La valutazione dei risultati attesi e la stima dei tempi necessari per raggiungerli.

    La decisione: i consulenti forniscono sostegno al capo azienda per assumere le decisioni necessarie ad attivare i cambiamenti

    Al termine di questa fase il capo azienda ha condiviso il quadro della situazione aziendale di partenza, validato gli interventi necessari insieme agli impatti attesi sulle prestazioni e i relativi tempi per raggiungerli e, quindi, assunto le decisioni necessarie per ottenerli.

  3. La fase di trasformazione
    Questa fase si basa sull’elevato livello di condivisione da parte dei manager e del vertice aziendale responsabile dell’attuazione della trasformazione.
    Il metodo di lavoro, che si appoggia sull’intelligenza collettiva di manager e consulenti, rappresenta un’evoluzione nell’approccio al cambiamento, rispetto ai metodi tradizionali.

    La successione tra azioni di cambiamento e di trasformazione, e la relativa misurazione dei risultati, viene scandita da momenti di lavoro collegiale molto intensi che consentono di incrementare progressivamente la produttività dell’azione manageriale.
    Questa successione di pensiero e azione, unita alla progressione di risultati, produce la trasformazione che, se ben guidata, consente di realizzare i risultati in un tempo molto inferiore rispetto a quello richiesto da metodi convenzionali.

    A scadenze trimestrali, si realizza un ciclo di Multintelligence della durata di 3 giorni durante il quale ogni nucleo di trasformazione condivide i risultati conseguiti e sfrutta la contaminazione, con gli altri nuclei e con la consulenza, per aggiornare le priorità e indicare le opportunità da cogliere nel trimestre successivo.

 


© 2016 Ceccarelli SpA  - L@B - Intranet - Tutor